News - Recensioni

MITCHELL & JOHNSON SAP201V 07.08.2016

L’amplificatore multi-uso, quello che sa trattare bene il segnale analogico e digitale allo stesso tempo, anzi sa spaziare dal “vecchio” giradischi alle nuove sorgenti audio di musica liquida accontentando tutti con prestazioni valide e convincenti: è il SAP201V, l’amplificatore integrato che Mitchell & Johnson ha in catalogo.

 

Quattro ingressi linea, oltre ad uno dedicato al giradischi analogico con testina MM, una sorgente audio che le nuove generazioni stanno riscoprendo mentre gli appassionati con qualche anno in più non hanno mai smesso di apprezzare. Un buon numero di ingressi che, quindi, ci permettono di collegare diverse sorgenti anche in caso di sistemi complessi e articolati; possiamo utilizzare anche un registratore analogico da collegare all'uscita “record out” dedicata.

 

A queste si aggiungono le due connessioni digitali in formato ottico e coassiale. Quando e come utilizzarle? La sezione di conversione dell'amplificatore SAP201V è in grado di far risplendere a nuovo un vecchio lettore CD con uscite digitali: basta collegarlo qui e ritrovarsi all'improvviso una sorgente digitale dalle prestazioni rivitalizzate. Merito della sezione di conversione che utilizza il processore Wolfson Micro WM8761 a 24bit/192kHz: uno dei migliori elementi della sua categoria, dal suono raffinato e preciso.

 

Una nota di merito anche per la doppia coppia di connettori per gli altoparlanti: grandi e di qualità, accettano cavo spellato e terminato di qualsiasi tipo e lo stringono con molta forza così da creare il contatto perfetto.

 

Anche l'amplificatore SAP201V, come tutti gli altri prodotti di Mitchell & Johnson, ha l'utile caratteristica delle scritte che identificano i vari input e output sdoppiate anche "sottosopra" così se ci sporgiamo da sopra l'apparecchio per cambiare o spostare il cavi possiamo leggerle anche dalla parte giusta.

 

Ma le connessioni non finiscono qui: il pannello anteriore dell'amplificatore ci mette a disposizione l'uscita cuffia e un ingresso in formato mini-jack, utile se vogliamo collegare al volo un lettore portatile o un altra sorgente simile. Il display ci segnala la sorgente selezionata e il livello del volume. Sezione di potenza da 2x40 watt su 8 ohm e 2x50 su 4, con un picco dinamico massimo di 150 watt. Disponibile in nero o argento.

 

VAI ALLA SCHEDA PER L'ACQUISTO DEL SAP201V

 

Scarica la scheda tecnica del SAP201V

Scarica il manuale d'uso del SAP201V

 

 

CARATTERISTICHE TECNICHE

Potenza: 2x40 watt @ 8 ohm – 2x50 watt @ 4 ohm

Risposta in frequenza: 20-50.000 Hz

Controlli di tono: +/- 14 dB @ 10.000 Hz

Rapporto segnale-rumore: 85 dB

Fattore di smorzamento: 60

Ingressi analogici: 4 linea, 1 phono MM, 1 aux mini-jack

Ingressi digitali: ottico, coassiale a 24bit/192kHz

Uscite: cuffia, record out, diffusori

Dimensioni: 430x80x282 mm

Peso: 6.3 kg

MITCHELL & JOHNSON CDD-201V 07.08.2016

Anche se da qualcuno è definito ormai come superato, il Compact Disc non ci pensa per niente a dichiararsi sconfitto e continua nella sua proposta di tanta buona musica. Come non mai adesso si possono trovare Compact Disc ben registrati e allo stesso tempo dei lettori ben realizzati e a prezzi vantaggiosi.

 

Come succede per il CDD-201V del nuovo marchio inglese Mitchell & Johnson, azienda nuova ma che porta con sé l'esperienza commerciale e tecnica dei due fondatori, Paul Mitchell e Dave Johnson, che smessi i panni di importatori e distributori per la Gran Bretagna di prodotti di terzi hanno fondato la propria azienda omonima con una piccola gamma di prodotti a proprio marchio.

 

Design austero per il CDD-201V ma una buona costruzione generale, una macchina senza troppi fronzoli che concentra le proprie energie sulla solidità della struttura e la qualità del suono: le lucine inutili pesano sul prezzo di listino e sono....inutili appunto!

 

Meccanica di lettura compatibile con i dischi regolari ma anche quelli di tipo R e RW, quelli masterizzati per capirci, anche con file MP3. Tutta la meccanica di lettura è stata integrata in una struttura realizzata in modo da non essere troppo sensibile alle vibrazioni che arrivano dall'ambiente di ascolto e che possono influire negativamente sul laser di lettura del disco.

 

Per la sezione di conversione digitale/analogica è stato utilizzato il chip Mediatek MTK1389DE; per chi può utilizzare un convertitore D/A esterno sono disponibili sul retro dell'apparecchio uscite digitali in formato ottico e coassiale, oltre a quella classica analogica RCA. Da qui possiamo, per esempio, entrare in digitale nell'amplificatore SAP-201V o nel media player WLD+211T in catalogo della stessa azienda.

 

A proposito di pannello posteriore e di connessioni va sottolineato che le scritte che identificano i vari input e output sono sdoppiate anche "sottosopra" così se ci sporgiamo da sopra l'apparecchio per cambiare o spostare il cavi possiamo leggerle anche dalla parte giusta.

 

Sul pannello frontale i tasti per la gestione della meccanica del CD (replicati anche sul piccolo telecomando in dotazione) e il display LCD che fornisce tante informazioni sul disco in riproduzione. La stessa zona del display nasconde otticamente il sottile vassoio di caricamento del disco. Il CDD-201V è disponibile con finitura silver o nera.

 

VAI ALLA SCHEDA PER L'ACQUISTO DEL CDD-201V

 

Scarica la scheda tecnica del CDD-201V

Scarica il manuale d'uso del CDD-201V

 

 

CARATTERISTICHE TECNICHE

Livello di uscita: 1.8V

THD: 0,1%

Rapporto segnale-rumore: >80dB

Uscite digitali: Ottico e Coassiale

Uscite linea: RCA

DAC: Mediatek MTK1389DE

 

Dimensioni: 430x80x280 mm 

Peso: 6,3 Kg

 

 

scarica la scheda tecnica del CDD-201V

 

scarica il manuale del CDD-201V

 

 

Magnat Quantum Edelstein 12.07.2016

Eleganza e prestazioni, stile e suono: Magnat mette insieme diverse caratteristiche nel suo Quantum Edelstein per farne un piccolo ma grande diffusore. Piccolo ma con tutte le specifiche e gli elementi giusti per ottenere un suono paragonabile ad un diffusore più grande e massiccio.

 

Partiamo dal nome stesso per far capire di più di questo prodotto: quasi sempre un sigla poco comprensibile e poco significativo, invece in questo caso oltre alla serie di appartenenza Quantum, va evidenziato Edelstein che in tedesco significa “gioiello”.

 

 

TECNICA

Magnat ha concentrato in cosi poco spazio tanti elementi di pregio. A cominciare del mobile del diffusore che, come altri, ha la struttura generale in MDF ma il pannello frontale è in alluminio lavorato con macchine a controllo numerico per ottenere tagli perfetti e massima precisione, oltre ad offrire agli altoparlanti una superficie di appoggio più solida e che blocca più facilmente vibrazioni e risonanze che sono gli elementi che “sporcano” il suono.

 

L'alluminio è stato utilizzato anche per altri elementi di questi Quantum Edelstein. A cominciare dal cono del woofer (da 110 mm di diametro) che combina proprio l'alluminio con uno strato ceramico cosi da mettere insieme leggerezza e rigidità che sono gli elementi fondamentali per un buon altoparlante. Inoltre la rigidità in questo altoparlante è stata ulteriormente ottimizzata dal disegno del cono stesso, con parapolvere invertito che di fatto diventa parte integrante del cono 

 

L'alluminio è stato utilizzato anche per il cestello: una soluzione che assicura un peso ridotto e un buon smorzamento delle vibrazioni indotte al cestello dallo stesso movimento del cono dell'altoparlante. Ancora alluminio, alternato ad uno strato di acrilico, utilizzato per la base del diffusore: una combinazione che permette di isolare il più possibile il diffusore dal piano di appoggio così da bloccare il più possibile le vibrazioni che arrivano dall'ambiente di ascolto.

 

Cupola in seta per il tweeter da 25 mm, inserito in una struttura a guida d'onda che ha il compito di ampliare la dispersione dell'emissione. Anche il tweeter utilizza l'accoppiamento con il pannello anteriore in alluminio per, proprio come per il woofer, tenere alla larga vibrazioni e risonanze che potrebbero arrivare dal box.

 

Il condotto del reflex collocato sul pannello posteriore consiglia di prestare un po' di attenzione in fase di installazione del diffusore: in linea di principio questo condotto se è troppo vicino alla parete tende a rinforzare la gamma bassa per cui è bene verificare in base alle proprie esigenze e ai propri gusti sonori. A volte basta allontanare o avvicinare il diffusore dalla parete per ottenere il giusto bilanciamento: qualche minuto di prove e il gioco è fatto!

 

 

PERCHE' ACQUISTARLO

La caratteristica più evidente del Quantum Edelstein è quello di mettere d'accordo chi cerca un diffusore per le sue prestazioni e chi per il suo design per cui possiamo collocarlo in un ambiente elegante senza che disturbi lo stile, in questo senso anche le sue dimensioni molto compatte (poco più di 20 cm in altezza!) sono un elemento positivo.

 

Abbinare il Quantum Edelstein ad un amplificatore non è cosa complicata: i suoi numeri dicono che puà suonare adeguatamente forte anche con soli 50 watt (ma ne accetta fino a tre volte tanto!). Ma più che i numeri quello che il diffusore chiede è un abbinamento di qualità, che riesca a far uscire fuori tutte le sue eccellenti caratteristiche tecniche e di suono.

 

Clicca per vedere un breve video di presentazione del Magnum Quantum Edelstein

 

Un abbinamento ottimale è con l'MA 600 della stessa Magnat: qui sopra una presentazione del prodotto.

 

SCHEDA TECNICA

configurazione: 2 vie bass reflex

woofer: 110 mm

tweeter: 25 mm

potenza: 75/150 watt

sensibilità: 90 dB

impedenza: 4-8 ohm

risposta in frequenza: 34-50.000 Hz

taglio crossover: 2.500 Hz

dimensioni: (LxAxP) 135x232x246 mm

peso: 5 kg

finiture disponibili: nero o bianco opaco

 

ACQUISTA IL MAGNUM QUANTUM EDELSTEIN SUL NOSTRO ESHOP

 

 

Magnat MA 600 12.07.2016

L'aspetto è quello tipico di un amplificatore solido e senza troppi fronzoli, il Magnat MA 600 parte da qui per aggiungere altro, molto altro. Prodotto che ha sempre una doppia faccia e una volta tanto questo è un elemento positivo: pensi che sia un amplificatore tradizionale e lui subito smentisce con funzioni e prestazioni da macchina moderna; pensi che non sia troppo esuberante a prestazioni e lui subito ti ripaga con tante cose fatte bene…

 

Se superi lo stile estremamente lineare (una caratteristica di molti prodotto made in Germany) e se puoi fare a meno di lucine ed effetti speciali questo è un amplificatore che può entrare a fare parte di sistemi audio di diverso tipo, grazie alle sue tante e diverse funzioni.

 

TECNICA

Buona potenza per cominciare (2x55 watt su 8 ohm e 2x70 watt su 4 ohm, con picchi di 2x150 watt) che arriva dalla sua particolare struttura ibrida: ovvero stadio di potenza a transistor e sezione di preamplfiicazione a valvole, in modo specifico è stata utilizzata una ECC88 che viene rodata per 60 ore prima di essere installata così da avere una maggiore stabilità delle prestazioni. L'obiettivo di questa soluzione è di avere un timbro di qualità (la valvola) in combinazione con una buona riserva di potenza (i transistor).

 

In realtà è tutta la sezione di alimentazione che è ben dimensionata per offrire sempre tanti watt e di buona qualità: trasformatore toroidale di grandi dimensioni, banco di condensatori di alimentazione ad alta capacità, un power-chip ad alte prestazioni per canale. Anche il telaio del MA 600 è sovradimensionato, sopratutto il pannello frontale in alluminio da 5 mm di spessore.

 

CONNESSIONI

Anima tradizionale e anima moderna nello stesso telaio, con le connessioni che ben testimoniano le due facce di questo amplificatore. Da una parte abbiamo l'ingresso per giradischi (con testina MM) con tanto di amplificatore operazionale dedicato e filtro subsonico, i quattro ingressi linea e l'uscita per cuffia sul pannello frontale.

 

D'altra parte l'aspetto più moderno arriva dai tre ingressi digitali (ottico, coassiale e USB tipo B) che possono gestire file HD fino a 24bit/192kHz e dallo streaming Bluetooth con codec aptX per un wireless audio di alta qualità. Per un collegamento veloce, magari con un lettore audio portatile, sul pannello frontale c'è anche un ingresso in formato mini-jack.

 

Sullo stesso pannello il piccolo display alfa-numerico che integra anche il ricevitore del telecomando, l'uscita cuffia e sulla sinistra l'oblò in vetro che lascia in bella vista i filamenti accesi della valvola utilizzata sul percorso del segnale audio.

 

PERCHE' ACQUISTARLO

Il punto di forza dell'MA 600 è che riesce ad accontentare tutti: sia chi ha un sistema audio tradizionale che chi invece ha puntato sulle nuove sorgenti. Il primo potrà utilizzare il suo giradischi e le altre sorgenti analogiche; il secondo può collegare a questo amplificatore il proprio computer con la libreria audio digitale o l'archivio infinito della musica da internet. La compatibilità con Bluetooth completa il quadro e permette facilmente di ascoltare la musica memorizzata su smartphone, tablet e qualsiasi altra sorgente predisposta.

 

Un abbinamento ottimale è con il diffusore Quantum Edelstein della stessa Magnat: qui sotto presentazione del prodotto.

 

ACQUISTA IL MAGNAT MA 600 SUL NOSTRO ESHOP

 

 

 

 


In cima

Contatta il venditore

contatti
In cima

Metodi di Pagamento


In cima

Spese di spedizione

Effettuando una spesa superiore a 100.00 Euro le spese di spedizione verranno azzerate

NB: Prima di effettuare l'acquisto è possibile contattare il venditore per informazioni o prendere accordi per una consegna e ritiro organizzata dal compratore stesso

I prezzi di spedizione saranno visibili durante l'operazione di acquisto a seconda la località scelta


In cima